4321 – Quel libro letto grazie ad un GDL

di Paul Auster

Ciao Lettrici e Lettori,
Oggi vi parlo di 4321 di Paul Auster edito da Einaudi nel 2017 con le sue 951 pagine non si tratta di un libro ma di quattro libri in uno. Questo mattoncino mi spaventava molto ed ho trovato il coraggio di leggerlo solo grazie al gruppo di lettura #4321ilGDL nato su instagram.
Mai scelta fu più azzeccata!!! Ma torniamo al libro…

TRAMA

A volte per raccontare una vita non basta una sola storia.
Il 3 marzo 1947, a Newark, nasce il primo e unico figlio di Rose e Stanley: Archie Ferguson. Da questo punto si dipanano quattro sentieri, le quattro vite possibili, eppure reali, di Archie. Campione dello sport o inquieto giornalista, attivista o scrittore vagabondo, le sue traiettorie sono diverse ma tutte, misteriosamente, incrociano lei, Amy.

Cosa sarebbe stato della nostra vita se invece di quella scelta ne avessimo fatta un’altra? Che persone saremmo oggi se quel giorno non avessimo perso il treno, se avessimo risposto al saluto di quella ragazza, se ci fossimo iscritti a quell’altra scuola, se ogni vita nasconde, e protegge, dentro di sé tutte le altre che non si sono realizzate, che sono rimaste solo potenziali. E cosí ogni individuo conserva al suo interno, come clandestini su una nave di notte, le ombre di tutte le altre persone che sarebbe potuto diventare.

Paul Auster ha deciso di prendere alla lettera questo compito che la letteratura si è data: e ha scritto il suo capolavoro. 4321 è il romanzo di tutte le vite di Archie Ferguson, quella che ha avuto e quelle che avrebbe potuto avere. Fin dalla nascita Archie imbocca quattro sentieri diversi che porteranno a vite diverse e singolarmente simili, con elementi che ritornano ogni volta in una veste diversa: tutti gli Archie, ad esempio, subiranno l’incantesimo della splendida Amy.

opinione

4321

4321 è un libro, anzi 4, senza dubbio “difficile”, non è la classica lettura da spiaggia, è un libro che va letto con attenzione e concentrazione. E’ un libro che parla appunto delle 4 vite possibili di Archie Ferguson.
La difficoltà principale sta nella struttura del libro. Infatti non è strutturato da vita 1, vita 2 ecc… ma è diviso in periodi. Ogni parte affronta con dei capitoli cosa succede a tutti e 4 gli Archi in un determinato periodo della vita del protagonista.
E’ così che conosceremo gli Archi bambini, quelli adolescenti, quelli degli anni dell’università e quelli maturi.

Inizialmente è un po’ complicato non scambiare cosa succede nella vita uno piuttosto che nella 3 ma da circa metà libro in poi le vite sono bene distinte tra loro.

E’ proprio nella struttura il punto di forza di questo, permettetemi, capolavoro. Sta nella struttura l’idea vincente di Auster.

Altro punto per me vincente, è il periodo storico, iniziamo dall’America degli anni ’40 fino ad arrivare a quella degli anni ’70. Circa 30 anni di uno dei periodi più interessanti della storia degli USA. Un libro che parla tanto di diritti civili, un libro che mi ha fatto riflettere molto su quanto, aihmè, dopo quasi 50 anni non siamo poi così cambiati. Le rivolte di questi giorni negli States e quelle di quegli anni hanno alla base la stessa forte motivazione.

Durante la lettura di 4321 mi sono affezionata ad ogni singolo Archie. Ogni capitolo in ogni vita mi ha dato interessanti spunti di riflessione. Durante la lettura ho cercato di capire quale delle 4 vite possibili mi piacesse di più e… niente dopo quasi mille pagine, sono arrivata al gran finale e non ho saputo comunque decidermi, perchè ognuna ha un lato che mi attrae, che mi emoziona.

Ultimo colpo da maestro di Auster è il finale. Boom!!! No, non vi svelerò niente, perchè spero che troviate come me il coraggio di leggere questo libro.

Voto: 10!!!